Il rapporto evidenzia i servizi riabilitativi e le condizioni post-COVID-19

Il rapporto evidenzia i servizi riabilitativi e le condizioni post-COVID-19

Il gruppo di lavoro sulla riabilitazione dell’ISSA (IWGR) ha prodotto il rapporto Riabilitazione per patologie COVID-19 e Post-COVID-19, che analizza il modo in cui i paesi hanno affrontato questi problemi.

Il rapporto si basa su un sondaggio internazionale condotto dall’assicurazione pensionistica federale tedesca (Assicurazione pensionistica federale tedesca – DRV Bund). Hanno partecipato attivamente all'indagine quindici istituti di previdenza sociale provenienti da Africa, Asia, Nord America ed Europa, tutti membri del gruppo di lavoro. L’obiettivo era valutare l’assistenza per le condizioni COVID-19 e post-COVID-19 con un focus primario sui servizi di riabilitazione. Riconoscendo le differenze nei sistemi di sicurezza sociale e di assistenza sanitaria, l’intenzione non era quella di confrontare direttamente le strategie ma di facilitare lo scambio di conoscenze.

“Il Programma di riabilitazione dell’OMS accoglie con favore questo rapporto dell’ISSA. È molto utile per i paesi di tutto il mondo che stanno sviluppando servizi sanitari per i sopravvissuti al Covid-19 che subiscono conseguenze a medio e lungo termine”, ha affermato il dott. Wouter De Groote dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Il rapporto analizza i dati specifici dell’esperienza di ciascun Paese con le condizioni COVID-19 e post-COVID-19, trae lezioni apprese e identifica sia le migliori pratiche che le aree in cui sono necessarie ulteriori ricerche. Dimostra che mentre i paesi hanno gestito i pazienti con condizioni post-COVID-19 entro le risorse fornite, l’impatto finanziario sulla riabilitazione e sui servizi riabilitativi è una questione da considerare. La condivisione di buone pratiche volte a ridurre il consumo di risorse assume quindi un notevole valore.

Attraverso questo rapporto, il gruppo di lavoro si propone di migliorare le conoscenze, riflettendo su come gli enti previdenziali possano contribuire più efficacemente ad affrontare le crescenti esigenze riabilitative alla luce delle esperienze derivanti dalla pandemia. In futuro si baserà su questo rapporto condividendo conoscenze e migliori pratiche a livello internazionale.

Il rapporto è attualmente disponibile in inglese ed è in fase di traduzione in francese, tedesco e spagnolo.