L'ISSA ha contribuito alla riunione ministeriale dei BRICS in Sud Africa

L'ISSA ha contribuito alla riunione ministeriale dei BRICS in Sud Africa

L’International Social Security Association (ISSA) ha contribuito all’incontro dei ministri del Lavoro e dell’Occupazione dei BRICS a Durban, in Sud Africa, dal 28 al 29 settembre 2023. I ministri hanno fatto della protezione sociale uno dei loro quattro temi prioritari.

I ministri del Lavoro e dell’Occupazione dei cinque paesi BRICS – Brasile, Cina, India, Federazione Russa e Sud Africa – si sono incontrati di persona per la prima volta dopo lo scoppio della pandemia di COVID-19. Insieme all’Organizzazione Internazionale del Lavoro, l’ISSA ha contribuito alle discussioni su come espandere la copertura della protezione sociale e rafforzare la capacità istituzionale e l’attuazione nei paesi BRICS.

“Nonostante i significativi progressi nell’estensione della copertura negli ultimi anni, il diritto alla sicurezza sociale rimane un sogno per oltre la metà della popolazione mondiale, che è priva di qualsiasi forma di protezione sociale”, ha ricordato ai Ministri il Segretario generale dell’ISSA, Marcelo Abi-Ramia Caetano. Allo stesso tempo ha sottolineato i recenti risultati ottenuti nella cooperazione BRICS in materia di sicurezza sociale.

I ministri hanno fissato quattro settori prioritari per la loro cooperazione. In primo luogo, la creazione di imprese sostenibili, l’innovazione e il miglioramento della produttività. In secondo luogo, promuovere i diritti dei lavoratori sul posto di lavoro e ridurre i deficit di lavoro dignitoso. In terzo luogo, garantire l’accesso universale alla protezione sociale e alla sicurezza del reddito di base. E quarto, promuovere il lavoro dignitoso e colmare il divario di competenze nell’economia informale. UN Dichiarazione ministeriale BRICS è stato emesso con l’impegno a colmare le lacune in termini di copertura e adeguatezza e a compiere ulteriori progressi verso la protezione sociale universale per tutti entro il 2030.

L'ISSA e l'ILO hanno presentato congiuntamente il tema della garanzia dell'accesso universale alla protezione sociale. Le due organizzazioni hanno sottolineato l'importanza di garantire l'accesso all'assistenza sanitaria e almeno un reddito di base per tutti, per garantire un'adeguata protezione sociale ai lavoratori in tutti i tipi di impiego e costruire capacità istituzionali per un accesso efficiente, un'erogazione di servizi di qualità, una buona governance e fiducia pubblica.

 Le capacità istituzionali sono diventate risorse e condizioni fondamentali per raggiungere gli obiettivi di protezione sociale. In questo ambito, l’attenzione è rivolta all’erogazione di servizi incentrati sul cliente, alla digitalizzazione, a una governance solida, alla resilienza istituzionale e alla continuità dei servizi in caso di crisi. Le condizioni chiave includono investimenti adeguati nelle capacità tecnologiche, nelle competenze del personale, nella formazione e nella leadership istituzionale. Questi temi sono stati discussi anche in una riunione della rete degli istituti di ricerca BRICS, alla quale ha contribuito anche l’ISSA.

I ministri dei BRICS hanno espresso la loro gratitudine all’ISSA e all’ILO per il loro importante sostegno. Ciò si basa su una cooperazione di lunga data, in base alla quale le due organizzazioni forniscono input di conoscenze alle riunioni dei ministri del lavoro e dell’occupazione BRICS e dei gruppi di lavoro e ospitano un ufficio di collegamento virtuale nell’ambito del programma Quadro di cooperazione in materia di sicurezza sociale dei BRICS. Recentemente, l’adesione ai BRICS è stata estesa ad Argentina, Egitto, Etiopia, Repubblica Islamica dell’Iran, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti a partire dal 1° gennaio 2024.