Eccellenza nell'amministrazione

  • Linee guida ISSA:
  • Prevenzione dei rischi professionali

Eccellenza nell'amministrazione

  • Linee guida ISSA:
  • Prevenzione dei rischi professionali

Prevenzione dei rischi professionali -
B.5. Servizi di consulenza

Sono molteplici le ragioni per cui un ente previdenziale svolge attività di consulenza personale tra le imprese associate. Le visite regolari in loco si basano comunemente su tassi di frequenza definiti, che spesso dipendono dalla specifica categoria di rischio dell'impresa. Altre cause importanti includono l'indagine sugli infortuni sul lavoro o una storia lavorativa di esposizioni che hanno portato a malattie professionali. Ma ci sono altri motivi: se un ente previdenziale sta conducendo una campagna di prevenzione, le visite in loco possono essere un modo adatto per comunicarlo e per motivare i datori di lavoro ad organizzare le proprie attività per i propri dipendenti. Se un datore di lavoro richiede una consulenza, è importante visitare l'impresa il prima possibile. Le visite in loco dovrebbero essere organizzate in modo da garantire il massimo impatto sulla prevenzione.

Il contatto personale tra l'ente di sicurezza sociale e le sue imprese associate garantisce che esperti di prevenzione altamente qualificati offriranno una consulenza competente e diretta direttamente ai datori di lavoro, ai loro dirigenti o ai loro rappresentanti. Il personale di consulenza deve essere qualificato, formato ed esperto in materia di sicurezza e salute sul lavoro dei settori industriali interessati. Perché e come vengono condotte le visite aziendali devono essere chiaramente definiti al fine di ottenere il risultato desiderato.

Ci sono una serie di prerequisiti per introdurre o migliorare il servizio di consulenza di un ente di previdenza sociale. Il ruolo e la portata del servizio devono essere chiaramente definiti. Gli esperti di prevenzione devono avere un mandato e solide competenze tecniche, legali e sociali per introdurre le misure preventive necessarie sul posto di lavoro.

Deve essere assicurata la struttura organizzativa e geografica del servizio, nonché il supporto di comitati di esperti. Qualsiasi attività preventiva dovrebbe essere basata sul principio di una corretta valutazione del rischio.