Eccellenza nell'amministrazione

  • Linee guida ISSA:
  • Tecnologia dell'informazione e della comunicazione

Eccellenza nell'amministrazione

  • Linee guida ISSA:
  • Tecnologia dell'informazione e della comunicazione

Tecnologia dell'informazione e della comunicazione -
C.2. Attuazione basata sulle TIC degli accordi internazionali di sicurezza sociale

Gli accordi internazionali di sicurezza sociale rendono possibile la portabilità delle prestazioni per milioni di assicurati e generano l'esportazione di miliardi di dollari in prestazioni in denaro in tutto il mondo tra i paesi firmatari. Ciò comporta un significativo scambio transfrontaliero di dati e l'elaborazione delle informazioni di back-office. L'attuazione efficace e affidabile degli accordi richiede quindi un'applicazione intensiva delle TIC per garantire l'integrità del processo. Nonostante la crescente applicazione delle TIC nella sicurezza sociale, l'attuazione basata sulle TIC degli accordi internazionali rimane impegnativa, in gran parte a causa della mancanza di standard.

Gli accordi internazionali di sicurezza sociale costituiscono uno strumento giuridico fondamentale che consente la trasferibilità dei diritti sociali ai lavoratori migranti garantendo che i periodi di occupazione siano presi in considerazione per la concessione dei benefici nei paesi firmatari. Gli accordi internazionali mirano anche a prevenire il “doppio contributo” dei lavoratori temporanei in un paese ospitante, consentendo risparmi sui costi senza ridurre la protezione sociale.

Mentre la maggior parte degli accordi internazionali di sicurezza sociale sono bilaterali - essendo conclusi da due paesi - ci sono alcuni accordi multilaterali che consentono a diversi paesi di coordinare parti dei loro regimi di sicurezza sociale.

Queste linee guida affrontano l'implementazione degli aspetti operativi degli accordi internazionali utilizzando le TIC e si concentrano sui processi di scambio dei dati e sulle funzioni correlate.

Lo sviluppo complessivo di un accordo di sicurezza sociale coinvolge due flussi di attività. In primo luogo, implica lo svolgimento di discussioni e negoziati preliminari, la preparazione del testo dell'accordo, la firma e la ratifica dell'accordo e la definizione di quando l'accordo inizierà ad essere applicabile (cosiddetto entrata in vigore). In secondo luogo, richiede l'impostazione delle procedure amministrative per rispondere alle richieste relative all'accordo, nonché la definizione dei ruoli e delle responsabilità per questi compiti. Questi ultimi sono generalmente stabiliti nelle cosiddette disposizioni amministrative allegate al contratto di sicurezza sociale.

L'attuazione degli accordi internazionali richiede meccanismi affidabili per lo scambio di dati tra le istituzioni coinvolte. Ciò include, tra le altre questioni, la definizione dei dati da scambiare, il meccanismo di autenticazione (ad es. Firma elettronica), il protocollo per gli scambi di richiesta-risposta che specifica i ritardi massimi, nonché l'implementazione dei sistemi basati sulle TIC per supportare queste operazioni. Inoltre, implica anche lo svolgimento dell'operatività quotidiana del contratto, attraverso processi automatizzati nella misura più ampia possibile, che consiste principalmente nel ricevere e inviare informazioni e notifiche di modifiche nonché nell'elaborazione di richieste di benefici.

Poiché i compiti operativi implicano lo scambio transfrontaliero di dati e l'elaborazione delle informazioni, è necessario un uso intensivo delle TIC per ottenere efficacia e affidabilità nell'applicazione dell'accordo.

Nonostante la crescente applicazione delle TIC nella sicurezza sociale, l'attuazione basata sulle TIC degli accordi internazionali rimane difficile. La mancanza di standard su dati e processi è la ragione principale. Inoltre, la complessità dello sviluppo di sistemi interistituzionali e transfrontalieri costituisce un ostacolo per l'attuazione di sistemi basati sulle TIC a sostegno degli accordi internazionali.

Sebbene siano state sviluppate diverse raccomandazioni, quadri e guide per affrontare le attività politiche e legali che portano all'entrata in vigore dell'accordo, non ci sono materiali simili a sostegno dell'attuazione operativa e delle operazioni quotidiane degli accordi internazionali. Le seguenti linee guida supportano l'implementazione basata sulle TIC degli accordi di sicurezza sociale concentrandosi sugli aspetti operativi.

Definizioni

L'attuazione complessiva degli accordi internazionali di sicurezza sociale coinvolge le parti interessate i cui ruoli sono solitamente menzionati nei testi degli accordi. Le seguenti definizioni forniscono il contesto in cui vengono utilizzate nelle presenti linee guida:

  • Autorità competenti si riferisce ai ministeri autorizzati ai sensi della legislazione in materia di sicurezza sociale di una parte che partecipa all'accordo ad amministrare tale legislazione. Ad esempio: il ministro del lavoro e degli affari sociali della Spagna; il Segretario della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti; il ministro dell'occupazione e dello sviluppo sociale del Canada; il ministro degli affari indiani d'oltremare; il Ministro del lavoro e della previdenza sociale dell'Uruguay; in Argentina, il Ministro del Lavoro, dell'Occupazione e della Previdenza Sociale e il Ministro della Salute; il Ministro dello sviluppo delle risorse umane della Repubblica di Corea; eccetera.
  • Agenzie di collegamento (o istituzioni di collegamento) si riferisce alle organizzazioni che assicurano il coordinamento e lo scambio di informazioni tra le istituzioni delle parti che partecipano all'accordo. I paesi possono definire una o più agenzie di collegamento per tutte le diverse questioni coperte da un accordo. Ad esempio: la Federazione degli organi amministrativi della previdenza sociale spagnola; il sistema di sicurezza sociale delle Filippine; il Japan Pension Service; Service Canada e Agenzia delle entrate per i lavoratori distaccati; la Social Security Administration degli Stati Uniti; in Francia, il Centro per la sicurezza sociale dei lavoratori migranti e il Fondo nazionale indipendente di sicurezza sociale per i minatori; la Banca delle assicurazioni sociali dell'Uruguay; in Argentina, la Soprintendenza dei Servizi Sanitari per i regimi sanitari, l'Amministrazione Nazionale della Previdenza Sociale per le pensioni e gli assegni familiari e la Soprintendenza dei Rischi sul Lavoro per gli infortuni sul lavoro; eccetera.
  • Istituzioni competenti si riferisce all'istituzione o alle istituzioni responsabili dell'amministrazione della legislazione a cui si applica l'accordo, in particolare i regimi di sicurezza sociale. Molti accordi utilizzano le frasi generiche "l'autorità competente" e "l'istituzione competente in base alla legislazione applicabile". Ad esempio: il ministro dell'occupazione e dello sviluppo sociale del Canada; il National Pension Service della Repubblica di Corea; il Japan Pension Service; il Fondo nazionale di previdenza sociale del Marocco; la Employees 'Provident Fund Organization of India; la Banca delle assicurazioni sociali dell'Uruguay; la Federazione degli organi amministrativi della previdenza sociale spagnola; il sistema di sicurezza sociale delle Filippine; il Fondo nazionale di assicurazione vecchiaia per i dipendenti della Francia; eccetera.
  • Structure

    Le seguenti linee guida riguardano:

  • La progettazione e l'implementazione dei processi operativi e dei meccanismi di scambio dei dati utilizzando le TIC, che include la notifica delle modifiche alle informazioni rilevanti;
  • Il funzionamento quotidiano dell'accordo, applicando i processi e i meccanismi implementati a casi specifici. Consiste nel ricevere e inviare informazioni, notificare modifiche ed elaborare richieste di indennità.

Le linee guida si basano su una serie di presupposti nel contesto del processo complessivo di attuazione di un accordo internazionale:

  • Il testo dell'accordo è stato firmato ed è entrato in vigore. Le questioni riguardanti la progettazione socioeconomica e la preparazione del testo dell'accordo, nonché i negoziati per la firma e l'entrata in vigore dell'accordo, non rientrano nel campo di applicazione delle presenti linee guida.
  • Esistono normative nazionali ben definite sulla protezione dei dati nonché condizioni stabilite nell'accordo. Sebbene le linee guida possano fornire approfondimenti su questi argomenti, non mirano a influenzare questi elementi.
  • Esistono strutture organizzative ben definite a livello internazionale, nazionale e istituzionale per la gestione degli aspetti politici, regolamentari e procedurali dell'accordo nonché i rapporti con gli altri servizi previdenziali. Pertanto, queste linee guida non mirano a progettare tali strutture.

Mentre alcune delle linee guida si concentrano su aspetti istituzionali, altre affrontano questioni che devono essere definite congiuntamente a livello internazionale dalle istituzioni che partecipano all'accordo.

Le linee guida coprono diversi scenari e possono essere utilizzate in vari modi a seconda delle caratteristiche degli accordi internazionali e del ruolo che l'istituzione gioca nella loro attuazione. Sebbene l'attuazione degli accordi multilaterali richieda di tenere conto di tutte le raccomandazioni, l'attuazione degli accordi bilaterali può essere effettuata seguendo un sottoinsieme delle raccomandazioni. A loro volta, le istituzioni che svolgono un ruolo di collegamento dovrebbero utilizzare quelle linee guida che affrontano le caratteristiche a livello internazionale e nazionale, mentre quelle che hanno il ruolo di "istituzione competente" dovrebbero applicare quelle linee guida concentrandosi sul livello istituzionale.

Le seguenti linee guida sono organizzate in sei sezioni:

  • Sezione C.2.1, Governance e gestione, inizia con la definizione della missione, dei ruoli e della struttura di governance per l'implementazione degli accordi basata sulle TIC e segue la definizione di una strategia e di un piano d'azione. L'ultima linea guida della sezione riguarda la definizione dei principali principi amministrativi dell'accordo.
  • Sezione C.2.2, Architetture, affronta la specificazione delle architetture a livello internazionale, nazionale e istituzionale. L'obiettivo è definire le componenti che consentono l'implementazione di interazioni efficaci e sicure tra le istituzioni. La definizione delle architetture è uno dei primi e fondamentali passi nell'attuazione di un accordo internazionale.
  • Sezione C.2.3, Interoperabilità per accordi internazionali, affronta gli aspetti chiave dell'applicazione delle tecniche di interoperabilità per l'attuazione degli accordi internazionali. Queste linee guida, che sviluppano ulteriormente le linee guida correlate che si trovano nel insieme attuale di linee guida, presentano le fasi per la definizione di un quadro di interoperabilità per l'attuazione degli accordi internazionali.
  • Sezione C.2.4, Sicurezza e autenticazione per accordi internazionali, affronta le questioni chiave nelle operazioni di autenticazione dell'accordo internazionale, rispettando le norme sulla protezione dei dati e mettendo in pratica un ambiente sicuro per l'interazione delle istituzioni. Queste linee guida perfezionano la sezione sulla sicurezza dei dati e la privacy, in questa serie di linee guida.
  • Sezione C.2.5, Processi operativi e modelli informativi, affronta la specificazione dei processi e dei modelli informativi coinvolti nell'attuazione degli accordi internazionali.
  • Sezione C.2.6, Operazioni TIC degli accordi internazionali, include raccomandazioni riguardanti le pratiche di fornitura di servizi ICT per gli accordi internazionali. Queste linee guida si concentrano sulla definizione di indicatori di qualità del servizio (service-level agreement, o SLA) e sull'impostazione delle operazioni di sistema che consentiranno lo svolgimento di transazioni specifiche nel contesto dell'accordo.