Eccellenza nell'amministrazione

  • Linee guida ISSA:
  • Raccolta e conformità dei contributi

Eccellenza nell'amministrazione

  • Linee guida ISSA:
  • Raccolta e conformità dei contributi

Raccolta e conformità dei contributi -
A. Governance e gestione

L'ISSA definisce la governance come il modo in cui l'autorità investita usa i suoi poteri per raggiungere gli obiettivi dell'ente, compresi i suoi poteri per progettare, attuare e innovare le politiche, le regole, i sistemi e i processi dell'organizzazione e per coinvolgere e coinvolgere i suoi stakeholder.

Buon governo implica che l'esercizio dell'autorità conferita sia responsabile, trasparente, prevedibile, partecipativo e dinamico. Inoltre, il buon governo può essere definito come "fare le cose giuste e fare le cose bene".

Il governo della riscossione e degli adempimenti contributivi prevede la definizione di:

  • Mandati e missioni all'interno del sistema complessivo di raccolta e adempimento dei contributi e delle istituzioni coinvolte (“fare le cose giuste”), che dovrebbero essere allineati con la missione e gli obiettivi previdenziali dell'ente e aggiornati in base all'evoluzione di tali obiettivi;
  • Struttura organizzativa del sistema ("fare le cose bene"), che può coinvolgere più istituzioni oltre alla struttura interna dell'istituzione.

La governance della riscossione e dell'adempimento dei contributi può comprendere tre livelli:

  • Il livello nazionale, che comprende leggi e regolamenti generali in materia di riscossione e adempimento dei contributi nazionali. Tale normativa definisce quali istituzioni saranno coinvolte in tali funzioni e le loro responsabilità generali;
  • Coordinamento interistituzionale, che comprende accordi e procedure stabilite tra le istituzioni coinvolte nella riscossione e nell'adempimento dei contributi secondo la normativa corrispondente. Tale coordinamento può essere formalizzato attraverso un comitato interistituzionale che governa il sistema nazionale. Le posizioni (punti di vista) delle istituzioni partecipanti sono definite dalle rispettive autorità;
  • La giurisdizione della singola istituzione, che corrisponde alla governance di ciascuna istituzione partecipante e coinvolge le loro specifiche responsabilità all'interno del sistema nazionale. Oltre alla legislazione nazionale, le istituzioni dovrebbero rispettare e applicare regole e procedure definite dagli organi di coordinamento interistituzionale. Pertanto, la governance di un ente consisterà nella sua missione specifica, nonché nei regolamenti interni, nelle procedure e nell'organizzazione che consentono all'ente di svolgere il proprio mandato.

In generale, definendo il mandato e missione del sistema di riscossione e adempimento dei contributi previdenziali mira a chiarire l'ambito del sistema e i suoi confini con i sistemi esterni ma correlati (ad es. amministrazioni fiscali nazionali e locali) e le rispettive giurisdizioni, competenze e missioni. Data la varietà di approcci all'organizzazione della riscossione e dell'adempimento dei contributi previdenziali, soprattutto per quanto riguarda il suo rapporto con altri sistemi, questi aspetti dovrebbero essere chiaramente definiti.

All'interno degli enti di previdenza sociale, il consiglio dovrebbe definire la missione, i regolamenti interni e le procedure per l'adempimento del mandato dell'ente nell'ambito del sistema nazionale di riscossione e adempimento dei contributi previdenziali. Dovrebbe inoltre definire la posizione dell'istituzione nel comitato direttivo interistituzionale.

Il struttura organizzativa dei sistemi di riscossione contributi e compliance definisce le istituzioni coinvolte, i loro ruoli e responsabilità, le loro strutture interne, e come interagiscono per svolgere le missioni assegnate.

La riscossione dei contributi previdenziali e l'esecuzione dei controlli di conformità comportano una serie di attività. Queste corrispondono non solo a diverse funzioni (es. registrazione dei contribuenti, riscossione delle dichiarazioni e dei contributi, calcolo degli importi contributivi, corrispondenza contributi previsti e versati, controllo delle frodi) ma anche alla gestione di diversi programmi previdenziali (es. diversi pilastri della previdenza, sanità programmi, programmi di disoccupazione).

Inoltre, il rispetto degli obblighi contributivi condiziona l'accesso alle prestazioni previdenziali. Per questo motivo, le informazioni sugli adempimenti contributivi dovrebbero essere comunicate agli enti che erogano tali prestazioni. Inoltre, poiché molte di queste funzioni sono uguali o molto simili a quelle coinvolte nell'amministrazione fiscale generale, alcuni paesi le svolgono congiuntamente, coinvolgendo le agenzie dell'amministrazione fiscale nella riscossione dei contributi previdenziali. Anche gli istituti finanziari potrebbero essere coinvolti nelle operazioni di pagamento.

Laddove queste attività facciano affidamento su istituzioni diverse con responsabilità specifiche, i sistemi nazionali di riscossione dei contributi previdenziali e l'esecuzione dei controlli di conformità coinvolgeranno più istituzioni.

I criteri per la determinazione delle strutture organizzative sono fortemente specifici per paese, dando luogo a configurazioni molto diverse. Tuttavia, l'esperienza ha dimostrato alcuni principi che possono promuovere la qualità e l'efficacia, indipendentemente dalla struttura organizzativa:

  • Tutte le istituzioni direttamente coinvolte o fortemente dipendenti dalla riscossione e dall'adempimento dei contributi previdenziali dovrebbero essere incluse nella struttura organizzativa che governa il sistema;
  • Questa struttura dovrebbe basarsi sulle capacità operative esistenti nelle istituzioni così come in altre parti interessate nazionali;
  • Sebbene l'istituzione che svolge le funzioni possa differire, il processo dovrebbe comunque essere coordinato.

Le linee guida in questa parte applicano questi principi nella definizione del mandato, della missione e della struttura organizzativa per la raccolta dei contributi e i sistemi di conformità.