Eccellenza nell'amministrazione

  • Linee guida:
  • Lavoro attuariale per la previdenza sociale

Eccellenza nell'amministrazione

  • Linee guida:
  • Lavoro attuariale per la previdenza sociale

Lavoro attuariale per la sicurezza sociale -
E. Gestione e analisi del rischio

Sebbene il ruolo della sicurezza sociale sia quello di rispondere efficacemente ai rischi del ciclo di vita della popolazione coperta, anche la gestione, il finanziamento, l'amministrazione e l'erogazione di benefici e servizi a sostegno di questo ruolo sono soggetti a rischio. I rischi insiti in ciò che fanno gli istituti di previdenza sociale sono molteplici, mutevoli e spesso complessi. La natura del rischio dipende dalle tendenze e dai fattori esterni, nonché dal modo in cui l'ente svolge e monitora i compiti internamente.

La gestione del rischio consente a un'organizzazione di aumentare la probabilità di raggiungere i propri obiettivi e questo vale anche per gli istituti di previdenza sociale. Una gestione efficace del rischio richiede il contributo e il coinvolgimento di specialisti con una comprensione della misurazione e del trattamento del rischio e l'uso di metodi e ipotesi appropriati per analizzare il rischio. L'input attuariale è quindi sempre più importante in questo settore. Allo stesso tempo, questa parte è rilevante anche per altri professionisti con responsabilità di gestione del rischio.

Sebbene tutti i rischi abbiano presumibilmente un'implicazione finanziaria diretta o indiretta per l'ente, l'analisi e il trattamento del rischio sono spesso suddivisi in quelli che hanno un impatto sul finanziamento e sulla progettazione dei benefici ("rischi del sistema") e che hanno un'implicazione finanziaria diretta per il sistema, e quelli che incidono sulla gestione dell'ente previdenziale (“rischi operativi”) che hanno implicazioni finanziarie più indirette o di più difficile quantificazione. La funzione di rischio dovrebbe garantire che la gestione di una serie di rischi individuali rimanga coerente con i principi e le considerazioni generali di gestione del rischio a livello di istituto, sistema e schema.

Questa parte quindi affronta questi diversi problemi di rischio utilizzando la struttura di un processo di gestione del rischio. L'orientamento 30 definisce questo quadro che copre i principi chiave alla base della gestione del rischio, compresa la creazione di un piano di gestione del rischio e considerazioni sul budget di rischio o sulla propensione dell'ente di previdenza sociale. Il processo di gestione del rischio è costituito da tre elementi: l'identificazione del rischio (Orientamento 31), la misurazione del rischio (Orientamento 32) e il trattamento del rischio, inclusa la conservazione o il trasferimento (Orientamento 33). L'applicazione pratica del processo di gestione del rischio nel trattamento dei rischi del sistema e dei rischi operativi è quindi stabilita rispettivamente negli orientamenti 35 e 36.

Gli attuari sono professionisti che hanno una vasta esperienza nell'identificazione, misurazione e gestione dei rischi applicando le loro abilità e formazione in matematica, statistica e teoria del rischio e quindi dovrebbero essere coinvolti in ogni fase del processo di gestione del rischio dell'istituto di previdenza sociale.