Eccellenza nell'amministrazione

  • Linee guida:
  • Lavoro attuariale per la previdenza sociale

Eccellenza nell'amministrazione

  • Linee guida:
  • Lavoro attuariale per la previdenza sociale

Lavoro attuariale per la sicurezza sociale -
Campo di applicazione e obiettivi

Queste linee guida sono scritte per attuari e altri professionisti della sicurezza sociale che svolgono attività attuariale per i regimi di sicurezza sociale, nonché per gli istituti di sicurezza sociale, i responsabili politici e altre parti interessate che sovrintendono o rivedono il lavoro attuariale.

Gli obiettivi delle linee guida sono di fornire una guida a queste diverse parti interessate nel loro lavoro in relazione alla pianificazione, gestione, finanziamento e fornitura di prestazioni di sicurezza sociale. Le linee guida sono strutturate in modo da fornire un elenco di questioni da considerare e raccomandazioni nell'espletamento di tali compiti. Tali compiti variano a seconda della parte interessata e possono includere l'esecuzione di calcoli attuariali, la fornitura o la formulazione di consulenza politica, la supervisione, la rendicontazione, la gestione e la comunicazione.

Gli obiettivi principali sono quindi:

Le linee guida attuariali ISSA-ILO, e standard professionali esistenti e futuri

Questo documento fornisce una serie di raccomandazioni riguardanti i principi, le strutture e i processi che dovrebbero essere messi in atto e intrapresi per raggiungere gli obiettivi di cui sopra. Cerca quindi di assistere gli attuari nei loro sforzi per soddisfare gli standard internazionali e nazionali, nonché i requisiti normativi. comunque, il Linee guida attuariali ISSA-ILO non sono legalmente vincolanti; dovrebbero essere considerati come identificazione e dettaglio di buone pratiche rispetto all'obiettivo più ampio di migliorare lo svolgimento e il monitoraggio del lavoro attuariale.

Va inoltre notato che l'obiettivo delle linee guida non è duplicare o sostituire gli International Standards of Actuarial Practice (ISAP) dell'International Actuarial Association (IAA), in particolare n. 2 (ISAP 2), Financial Analysis of Social Programmi di sicurezza o qualsiasi norma attuariale nazionale pertinente. Piuttosto è assicurare che gli istituti di previdenza sociale forniscano agli attuari e ad altri professionisti della previdenza sociale che svolgono attività attuariale gli strumenti necessari per conformarsi all'ISAP 2 nonché altre buone pratiche in relazione al lavoro attuariale previdenziale.

Definizioni di "lavoro attuariale" e "attuario"

Le Linee guida attuariali ISSA-ILO cercare di fornire supporto per lavoro attuariale svolte nelle aree considerate come domini attuariali tradizionali nonché in altre aree in cui il coinvolgimento attuariale è diffuso o consigliato.

In questo contesto, lavoro attuariale ai fini delle presenti linee guida, pertanto, include:

  • Attività attuariali come la preparazione di valutazioni attuariali dei sistemi di sicurezza sociale; lavori relativi alla contabilità nazionale e alla rendicontazione contabile nazionale e / o internazionale; valutare gli impatti sulla sostenibilità delle modifiche proposte; e l'esecuzione di calcoli attuariali necessari per la determinazione dei diritti ai benefici e delle misure di finanziamento. Questi compiti possono includere il calcolo delle passività, la proiezione dei flussi di cassa e la determinazione di vari fattori attuariali e della legislazione o di altri regolamenti che spesso richiedono che tali compiti siano svolti da attuari qualificati;
  • Contributo attuariale in aree quali la gestione degli investimenti, lo sviluppo delle politiche, la gestione del rischio, la comunicazione, la governance, considerando l'impatto sugli individui e la valutazione dell'equità e dell'equità tra coorti e altri gruppi in cui le capacità e le competenze attuariali possono aggiungere valore all'ente di previdenza sociale o all'organo di governo .
  • Promuovere buone pratiche in relazione al lavoro attuariale intrapreso da e per gli istituti di previdenza sociale e sostenere gli sforzi per migliorare l'accuratezza, la coerenza e la comparabilità del lavoro attuariale;
  • Fornire indicazioni per le procedure svolte dagli attuari nel loro lavoro;
  • Facilitare il lavoro delle istituzioni nelle loro procedure di governance relative al lavoro attuariale;
  • Migliorare l'efficienza delle procedure attuariali;
  • Fornire assistenza pratica alle istituzioni per facilitare la loro conformità agli standard attuariali;
  • Fornire indicazioni a individui o organismi responsabili delle questioni politiche e della regolamentazione sul coinvolgimento attuariale.

Se non diversamente specificato, un file attuario ai fini delle presenti linee guida si intende:

Promozione delle qualifiche attuariali, del riconoscimento e dello sviluppo professionale

Sebbene queste linee guida mirino a fornire supporto sia agli attuari che ai non attuari coinvolti nel lavoro attuariale, è importante che le istituzioni di sicurezza sociale promuovere lo sviluppo della professione attuariale nazionale e riconoscere il valore di una qualifica attuariale riconosciuta e di uno sviluppo professionale continuo (vedere la linea guida 54). Inoltre, anche se ogni paese può stabilire i propri requisiti in materia di qualifiche, esperienza e competenze per i professionisti che svolgono il lavoro attuariale di cui al presente documento (e se sono considerati una persona "idonea e adeguata" per svolgere i compiti assegnati), queste linee guida incoraggiano coloro che sovrintendono al lavoro attuariale a stabilire requisiti di qualificazione riconoscendo l'importanza della professione attuariale. I regolatori e le autorità di controllo dovrebbero considerare le qualifiche specifiche del regime di sicurezza sociale quando definiscono le competenze richieste per lo svolgimento del lavoro attuariale. Le linee guida incoraggiano anche coloro che svolgono attività attuariale a rispettare i requisiti di qualificazione, ad intraprendere un continuo sviluppo professionale e ad adottare comportamenti coerenti con il codice di condotta minimo dell'IAA o con quello dell'associazione attuariale di cui l'attuario è membro.

La parte H e il materiale di supporto associato forniscono maggiori dettagli.

Aree di coinvolgimento attuariale

La legislazione, la regolamentazione e / o le regole interne e le procedure di governance possono influenzare le aree di coinvolgimento attuariale e la competenza, le qualifiche e la professionalità richieste per svolgere il lavoro.

Queste linee guida riguardano le quattro situazioni in cui possono essere coinvolti gli attuari e / o in cui viene svolto il lavoro attuariale in materia di sicurezza sociale:

  • Lavoro che deve (secondo regolamento o altri strumenti legali) essere svolto da un attuario riconosciuto e qualificato;
  • Lavori in cui il coinvolgimento degli attuari è importante e gli attuari possono svolgere il ruolo principale;
  • Lavoro in cui è auspicabile il coinvolgimento e l'input attuariale;
  • Lavori che richiedono l'applicazione di tecniche attuariali ma che in realtà possono essere svolti da persone non attuariali.
  • Un attuario impiegato direttamente da un istituto di previdenza sociale nonché un attuario consulente che fornisce relazioni, consulenza o altro contributo alle istituzioni su base contrattuale e che ha una qualifica attuariale riconosciuta a livello nazionale o internazionale (fare riferimento alla linea guida 52 ); o
  • Un professionista senza una qualifica attuariale riconosciuta (es. Statistici ed economisti) che svolge attività attuariale. Queste linee guida riconoscono che in alcune situazioni, vari professionisti diversi dagli attuari possono essere coinvolti nello svolgimento del lavoro attuariale. Tuttavia, è importante che i professionisti della sicurezza sociale senza affiliazione attuariale coinvolti nella fornitura di servizi attuariali alle istituzioni di sicurezza sociale possiedano qualifiche pertinenti e seguano le regole di condotta professionale pertinenti come descritto nella linea guida 52.

L'istituto di previdenza sociale dovrebbe determinare per la propria situazione quali elementi del lavoro rientrano in quale delle quattro categorie di cui sopra. Questo dovrebbe essere adeguatamente documentato e regolarmente rivisto. La decisione dipenderà da una serie di fattori diversi sia interni all'istituzione che esterni. Questi possono includere (ma non essere limitati a):

Coordinamento con altri professionisti e stakeholder

Poiché gli attuari stanno diventando sempre più coinvolti in diversi aspetti della gestione degli istituti di previdenza sociale, vi è una crescente necessità di un maggiore coordinamento e consultazione con altri professionisti e parti interessate. Queste linee guida definiscono, per le diverse aree di coinvolgimento, dove tale coordinamento dovrebbe essere intrapreso e, ove necessario, formalizzato. Laddove l'attuario è esterno all'organizzazione, è particolarmente importante che siano messe in atto e seguite procedure appropriate per garantire che venga effettuato un coordinamento efficiente ed efficace.

Indipendenza dalla funzione

L'istituto di previdenza sociale e le autorità di vigilanza dovrebbero cercare di garantire e mantenere l'indipendenza dell'attuario. In pratica, ciò significa garantire che l'attuario abbia un accesso sufficiente ai dati, abbia la possibilità di scegliere la metodologia e la serie di ipotesi più appropriate da utilizzare e non sia indebitamente influenzato da considerazioni esterne o soggetto a pressioni interne che possono avere un impatto sui risultati e raccomandazioni. Dovrebbero esistere regolamenti e normative di supporto per garantire questa indipendenza di funzione, nonché procedure da intraprendere laddove l'indipendenza è, o può essere, compromessa. Maggiori informazioni sono fornite nella linea guida 50.

  • Il quadro normativo e di vigilanza relativo all'opera in oggetto;
  • La rilevanza del lavoro svolto, ovvero l'impatto che può avere sulla situazione finanziaria dell'ente e / o sul regime di sicurezza sociale;
  • Le risorse attuariali e i processi di revisione tra pari esistenti all'interno dell'istituzione;
  • Lo sviluppo e le risorse dell'organismo professionale attuariale nazionale;
  • Risorse attuariali esterne (all'istituzione) disponibili;
  • Altre risorse professionali disponibili.