Le pensioni sociali nelle Americhe: sviluppi recenti

Le pensioni sociali nelle Americhe: sviluppi recenti

Garantire un’adeguata copertura previdenziale per una popolazione che invecchia è un’importante priorità per i governi e per i membri globali dell’International Social Security Association (ISSA). Le pensioni sociali, note anche come pensioni a pilastro zero o pensioni non contributive, integrano i sistemi di assicurazione sociale contributiva fornendo una fonte di reddito garantita per le persone non adeguatamente protette da altre forme di sicurezza sociale. In tal modo, espandono la protezione sociale complessiva e possono rappresentare un potente strumento per combattere la povertà degli anziani, promuovere l’inclusione sociale e mitigare gli impatti delle disuguaglianze nel mercato del lavoro.

Sebbene gli istituti di previdenza sociale in tutto il mondo abbiano implementato le pensioni sociali, negli ultimi decenni queste sono state particolarmente diffuse nelle Americhe. Questo articolo evidenzia le recenti riforme politiche che hanno interessato le pensioni sociali in Cile, Ecuador, Giamaica e Messico e fornisce una panoramica degli aumenti delle pensioni sociali nella regione.

Il contesto

L’invecchiamento della popolazione è un fenomeno globale ed è particolarmente vero nelle Americhe. Nel 2022, l’America Latina ospitava 88.6 milioni di persone di età pari o superiore a 60 anni, che rappresentavano il 13.4% della popolazione totale, una cifra che dovrebbe raggiungere il 16.5% entro il 2030 (ECLAC, 2022). Il quadro in Nord America è simile. Negli Stati Uniti, il decennio dal 2010 al 2020 ha visto il più grande aumento mai registrato nella popolazione di età pari o superiore a 65 anni, sia in termini assoluti che relativi (US Census Bureau, 2023), e in Canada, le persone di età pari o superiore a 65 anni rappresentavano quasi un quinto di tutti i canadesi (19.0%) nel 2021, rispetto al 16.9% nel 2016 (Statistics Canada, 2022).

La povertà degli anziani e l’insicurezza del reddito, già motivo di preoccupazione per molti governi nelle Americhe, continueranno a richiedere l’attenzione dei politici mentre l’invecchiamento della popolazione accelera. L’informalità, le disuguaglianze nel mercato del lavoro e i cambiamenti nei modelli occupazionali hanno fatto sì che molte persone raggiungano l’età pensionabile con poco o nessun accesso a una pensione contributiva adeguata o a risparmi previdenziali. In America Latina, dati recenti indicano che solo il 51.9% delle persone di età superiore ai 65 anni riceve una pensione e il 34.5% non ha alcun reddito né da guadagni legati al lavoro né da una pensione (ILO, 2022).

Per rispondere alle esigenze di sicurezza del reddito di una popolazione che invecchia, molti governi della regione hanno attuato riforme per colmare il divario nella copertura pensionistica. Oltre agli sforzi per rafforzare la copertura e fornire minimi garantiti nell’ambito dei sistemi contributivi, i governi hanno introdotto pensioni sociali che forniscono benefici indipendentemente dalla storia contributiva (ISSA, 2021). Tali programmi generalmente assumono la forma di benefici universali che coprono tutta, o quasi tutta la popolazione, benefici pensionistici che raggiungono tutti coloro che non ricevono una pensione contributiva, o programmi mirati alla povertà rivolti a coloro che scendono al di sotto di una determinata soglia di reddito. . In tal modo, integrano i pilastri contributivi dei sistemi di sicurezza sociale (vedere la Figura 1 di seguito).

Figure 1 : Le pensioni sociali all’interno di un sistema pensionistico multipilastro stilizzato

Figure 1

Fonte: autore, sulla base dell'ILO (2018).

Solitamente finanziate dalle entrate generali, le pensioni sociali possono ridurre la povertà e ridurre la disuguaglianza garantendo uno standard minimo di vita agli individui senza reddito sufficiente in età avanzata (o perché non sono stati pienamente integrati nell’occupazione formale durante la loro vita lavorativa o a causa di altri ostacoli all’accesso partecipazione alla forza lavoro). I governi delle Americhe hanno implementato un’ampia gamma di programmi pensionistici sociali come delineato nella Tabella 1 (vedi sotto).

Tabella 1. Pensioni sociali di vecchiaia nelle Americhe, dal 1° gennaio 2023
Paese Nome del programma universale Mezzi o pensione testati Età minima
Argentina Pensione universale per anziani   65
Programma pensionistico non contributivo   70
Bahamas Pensione di vecchiaia non contributiva   65
Barbados Pensione di vecchiaia non contributiva   67
Belize Programma pensionistico non contributivo   67 (uomini);
65 (donne)
Bermuda Pensione non contributiva   65
Bolivia Renta Dignità Pensione universale di vecchiaia   60
Brasil Programma di benefici continui   65
Canada Pensione di sicurezza di vecchiaia 1   65
Cile Pensione Universale Garantita 1   65
Colombia Grande Colombia Programma   59 (uomini);
54 (donne)
Costa Rica Regime non contributivo per le pensioni di base   65
Cuba Regime di assistenza sociale   65 (uomini);
60 (donne)
Ecuador I miei anni migliori Pensione di vecchiaia   65
El Salvador I nostri maggiori diritti Pensione di vecchiaia   2 70
Guatemala Programma di contributo economico degli anziani   65
Guyana Pensione di vecchiaia (universale)   65
Giamaica Programma di pensione sociale   75
Messico Pensione di assistenza per anziani   65
Panama da 120 a 65 Programma speciale di trasferimento di denaro per gli anziani   65
Paraguay Pensione alimentare per gli anziani che vivono in povertà   65
Perù pensione 65 Programma nazionale di assistenza di solidarietà   65
Saint Kitts e Nevis Pensione di assistenza non contributiva   62
Suriname Pensione di vecchiaia forfettaria   60
Trinidad e Tobago Pensione di anzianità (ex Pensione di vecchiaia)   65
Stati Uniti d'America Reddito di sicurezza supplementare   65
Uruguay Pensione di vecchiaia non contributiva   65 o 70, a seconda del livello di necessità
Venezuela Grande missione in un amore più grande Pensione di vecchiaia   60 (uomini); 55 (donne)
Fonte: Profili paese ISSA Americas edizione 2023 (ISSA, di prossima pubblicazione) e ECLAC (2022)

Note:

1 Questi programmi sono testati in termini di ricchezza, quindi il test dei mezzi è impostato solo per escludere o limitare i benefici ai relativamente ricchi. In questi sistemi, i gruppi a reddito più elevato sono: (a) non idonei al beneficio, oppure (b) devono affrontare una detrazione o un “recupero” del beneficio relativo al reddito o a un altro indicatore di mezzi, laddove a livelli sufficientemente elevati il ​​beneficio va a zero.

2 Questo programma è testato solo per la pensione.

In tutta la regione, le recenti riforme hanno cercato di espandere la copertura delle pensioni sociali, aumentare l’adeguatezza delle prestazioni e garantire il diritto alla protezione sociale tra le persone anziane. Nuove pensioni sociali sono state introdotte in Cile e Giamaica, riflettendo una tendenza verso l'espansione della copertura. Il Messico ha adottato misure per garantire la longevità del suo programma inserendo il diritto alla pensione sociale nella sua Costituzione. Canada, Cuba, Ecuador, Guatemala, Guyana, Suriname e Stati Uniti d’America hanno aumentato gli importi dei sussidi, cercando di fornire uno standard di vita minimo ai pensionati. Questi casi sono descritti di seguito.

Il Cile introduce una pensione sociale di vecchiaia quasi universale

Nel gennaio 2022, il Cile ha adottato Legge n. 21,419 istituire una nuova pensione sociale di vecchiaia quasi universale (Pensione Universale Garantita; PGU) per i residenti legali di età pari o superiore a 65 anni. Comprende tutti gli individui tranne quelli che costituiscono il 10% più ricco della popolazione. La riforma sostituisce la precedente integrazione di solidarietà del Paese (Contributo pensione di solidarietà di vecchiaia) e pensione sociale solidale (Pensione di vecchiaia solidale di base), che miravano rispettivamente agli anziani delle famiglie a basso reddito e a quelli che costituiscono il 60% più povero della popolazione. In tal modo, ha ampliato in modo significativo il numero delle persone che ricevono pensioni sociali di vecchiaia.

Nell’ambito del nuovo programma, che è stato pienamente attuato nell’agosto 2022, tutti i residenti legali di età pari o superiore a 65 anni e che vivono in famiglie ritenute appartenenti al 90% più basso della distribuzione del reddito del paese hanno diritto a ricevere una pensione sociale a condizione che abbiano vissuto in Cile per almeno 20 anni dopo aver compiuto 20 anni (compresi almeno quattro dei cinque anni immediatamente precedenti alla richiesta del beneficio). A partire da febbraio 2023, le persone con una pensione contributiva inferiore a 702,101 pesos cileni (CLP) al mese (808 dollari statunitensi – USD) hanno diritto al beneficio massimo di 206,173 CLP al mese (237 USD). Gli individui con una pensione contributiva inferiore a 1,114,466 CLP al mese (1,240 USD) ricevono un beneficio proporzionalmente ridotto. Inoltre, i superstiti aventi diritto dei beneficiari della pensione sociale ricevono un sussidio funebre per coprire le spese di sepoltura.

Estendendo la copertura a una quota maggiore della popolazione anziana, la PGU mira ad affrontare la povertà degli anziani e a portare i redditi di tutti i pensionati al di sopra della soglia di povertà nazionale. Le prime analisi dell’impatto del nuovo programma hanno indicato che i tassi di sostituzione delle pensioni in Cile sono superiori alla media OCSE sia per gli uomini che per le donne a seguito della riforma (Perspectivas, 2022).  

Per una sintesi concisa della riforma, vedere Social Security Administration, 2022.

L’Ecuador introduce pensioni sociali più generose per combattere la povertà

Nel luglio 2019, l’Ecuador ha attuato Decreto 804, che ha introdotto due nuove pensioni sociali: la My Best Years Pension per anziani (Pensione I miei migliori anni) e la pensione vitalizia per le persone con disabilità (Pensione per tutta la vita). Entrambi i programmi mirano a garantire uno standard di vita di base raddoppiando gli importi dei sussidi per le persone anziane e le persone con disabilità che vivono in povertà o povertà estrema, rispetto alle precedenti pensioni sociali di vecchiaia e invalidità dell'Ecuador.

Nell’ambito dei programmi precedenti, gli ecuadoriani di età pari o superiore a 65 anni, o quelli di età inferiore a 65 anni con un’invalidità di almeno il 40%, che erano valutati come viventi in povertà o povertà estrema e che non avevano diritto a una pensione contributiva di vecchiaia o di invalidità riceveva un sussidio forfettario di 50 USD al mese. Attraverso le nuove pensioni sociali, le persone che soddisfano i criteri di cui sopra ricevono un sussidio forfettario maggiorato di 100 dollari al mese. Anche i residenti rurali e gli operatori sanitari non retribuiti che partecipano a programmi contributivi speciali hanno diritto alle prestazioni pensionistiche sociali. La legge del 2019 ha inoltre stabilito speciali benefici di emergenza per le persone in povertà e povertà estrema per compensare i costi sostenuti da eventi imprevisti, come disastri naturali o la morte di un membro della famiglia.

Il governo riferisce che un totale di 301,059 anziani hanno ricevuto la pensione My Best Years a marzo 2023 (MIES, 2023), riducendo direttamente la povertà degli anziani garantendo un reddito superiore alla soglia di povertà pro capite nazionale dell'Ecuador di 89.29 dollari al mese (INEC , 2023).

La Giamaica lancia una pensione sociale per gli adulti vulnerabili di età pari o superiore a 75 anni

Nel luglio 2021, Giamaica lanciato una nuova pensione sociale finanziata dalle tasse, che fornisce un reddito garantito ai cittadini residenti vulnerabili di età pari o superiore a 75 anni. La nuova iniziativa è intesa a integrare il sistema di previdenza sociale esistente e il Programma di progresso attraverso la salute e l’istruzione (PATH), che fornisce sostegno al reddito agli adulti di età pari o superiore a 60 anni (così come ad altri gruppi vulnerabili). Il nuovo programma fa parte degli sforzi più ampi del governo volti a riformare le prestazioni di assistenza sociale.

Per beneficiare dei benefici della pensione sociale, gli individui non devono ricevere un’altra pensione o qualsiasi altra fonte di reddito, non devono risiedere in una struttura di assistenza istituzionale pubblica e devono essere valutati come vulnerabili. I beneficiari ammissibili ricevono 6,800 dollari giamaicani (JMD) (44 USD), pagati ogni due mesi. Il governo sta lavorando attivamente a iniziative di sensibilizzazione per facilitare l’accesso alle persone difficili da raggiungere, nonché a riesaminare i criteri per valutare la vulnerabilità per garantire che i beneficiari ammissibili non siano indebitamente esclusi dal programma. A marzo 2023, 12,362 giamaicani erano iscritti al programma (JIS, 2023).

Al momento del lancio del nuovo programma, il 42% degli individui di età pari o superiore a 60 anni non riceveva prestazioni pensionistiche o di assistenza sociale, e solo il 47% della popolazione occupata contribuiva attivamente al Sistema di previdenza nazionale (JIS, 2021). Il programma di pensioni sociali ha quindi un importante potenziale per ridurre la povertà degli anziani e l’insicurezza del reddito nel paese fornendo uno standard di vita minimo ai più vulnerabili.

Il Messico sancisce il diritto costituzionale alla pensione sociale universale

Nel 2020, Messico elevata la pensione di assistenza per anziani (Programma pensionistico per il benessere degli anziani) a rango costituzionale, stabilendo il diritto alla pensione sociale di vecchiaia per tutti i cittadini e favorendone la continuazione nel futuro.

La pensione sociale universale, creata nel 2001 come iniziativa regionale a Città del Messico e successivamente ampliata a livello nazionale nel 2019, inizialmente copriva i cittadini residenti di età pari o superiore a 68 anni (di età pari o superiore a 65 anni per gli indigeni o afro-messicani). Nel 2021, questo programma è stato ampliato per coprire tutti gli adulti di età pari o superiore a 65 anni. A partire dal 2023, i beneficiari riceveranno ogni due mesi 4,800 pesos messicani (MXN) (286 USD), cifra che dovrebbe aumentare fino a 6,000 MXN (358 USD) nel 2024. Un'indennità forfettaria in caso di decesso è disponibile anche per i sopravvissuti aventi diritto che si sono presi cura di loro. i morti.

Nel 2023, oltre 10 milioni di persone hanno ricevuto una pensione sociale attraverso il programma, una cifra che si prevede aumenterà con l’invecchiamento della popolazione messicana (Secretaría de Bienestar, 2022). Sulla base delle stime del governo, si prevede che la percentuale della popolazione di età pari o superiore a 60 anni quasi raddoppierà nei prossimi tre decenni, passando dal 12% nel 2022 al 22.5% entro il 2050 (CONAPO, 2022). L’istituzione del diritto costituzionale alla pensione rappresenta quindi una tappa importante per la protezione sociale nel contesto della transizione demografica.

Altri aumenti delle pensioni sociali

Inoltre, diversi altri paesi hanno adottato misure per aumentare il livello delle prestazioni delle pensioni sociali.

Nel 2021, Canada introdotto un aumento permanente del 10% alla sua pensione universale, la pensione di vecchiaia, per coloro che hanno 75 anni o più. A partire dal 2023, i pensionati di questa fascia di età ricevono ora 768.46 dollari canadesi (CAD) al mese (565 USD), rispetto ai 698.60 CAD al mese (514 USD) per quelli di età compresa tra 65 e 74 anni. Questo è il primo aumento dell'importo del sussidio non collegato all’inflazione dal 1973.

Nel 2021, Cuba approvato un aumento della prestazione pensionistica sociale minima, insieme ad un aumento del salario minimo e modifiche al sistema pensionistico contributivo. A partire dal 2023, la prestazione pensionistica sociale minima è di 1,543 pesos cubani (CUP) al mese (64 dollari).

Nel 2022, Guatemala aumentato l'importo del beneficio della sua pensione sociale, il Programma di contributo economico per gli anziani (Programma di contributo economico per gli anziani), da 400 quetzal guatemaltechi (GTQ) al mese (51 USD) a 500 GTQ al mese (64 USD). Nel 2022, il programma ha raggiunto 142,738 beneficiari, soprattutto nelle zone rurali, e il governo mira a raggiungere 210,000 entro la fine del 2023 (MINTRAB, 2022).

Nel 2023, Guyana ha aumentato l'importo del beneficio della sua pensione sociale universale a 33,000 dollari della Guyana (GYD) al mese (158 USD), rispetto a 28,000 GYD al mese (134 USD) nel 2022. Questo è il secondo aumento della pensione sociale sotto l'attuale governo, che in precedenza aveva aumentato l'importo del sussidio da 20,500 GYD al mese (98 USD) nel 2021. Oltre a questi aumenti, i pensionati hanno ricevuto sovvenzioni una tantum di 25,000 GYD (120 USD) nel 2021 e 28,000 GYD (134 USD) nel 2022 (DPI , 2023).

Nel 2023, Suriname ha approvato diverse modifiche ai suoi programmi di assistenza sociale. Tra gli altri adeguamenti, la pensione di vecchiaia forfettaria (Previdenza generale per la vecchiaia) l'importo è stato aumentato a 1,750 dollari del Suriname (SRD) al mese (46 dollari). Ultimo di una serie di miglioramenti, il nuovo importo riflette un aumento del 233% dell'importo del sussidio da gennaio 2020. Un'ulteriore integrazione di 1,000 SRD al mese (26 USD) è stata pagata ai beneficiari nel 2022 (Ufficio del Presidente , 2023).

Va notato che molti altri paesi hanno aumentato le loro pensioni sociali come parte di aggiustamenti annuali regolari per riflettere i cambiamenti nel costo della vita e altri indicatori. Alcuni di questi aggiustamenti sono stati piuttosto significativi negli ultimi anni. Ad esempio, nel 2023, il Stati Uniti d'America ha aumentato dell’8.7% le prestazioni di vecchiaia e di invalidità previste dai programmi pensionistici di assicurazione sociale e di assistenza sociale. L’aumento è il più grande del suo genere dal 1981 e riflette il livello relativamente elevato di inflazione nel paese. A partire dal 2023, i pensionati dell’assistenza sociale nell’ambito del programma Supplemental Security Income riceveranno un beneficio progressivo fino a 914 USD al mese (fino a 1,371 USD per una coppia) (SSA, 2023).

Osservazioni finali

Le pensioni sociali sono spesso implementate con l’obiettivo di alleviare la povertà e ridurre le disuguaglianze nei risultati pensionistici. Lo fanno in combinazione con altre forme di protezione sociale, in particolare integrando i programmi contributivi, e quindi sono componenti vitali dei piani di protezione sociale.

Nelle Americhe, le pensioni sociali sono state uno strumento importante per fornire benefici in denaro agli individui con pensioni contributive insufficienti, nonché ad alcuni gruppi sociali che storicamente hanno visto una copertura limitata, come le donne, le comunità indigene e i discendenti afro. Hanno maggior successo nell’ambito di sistemi di sicurezza sociale solidi ed efficaci che coprono i lavoratori sia nelle economie formali che in quelle informali.  

Mentre le pensioni sociali colmano le lacune nelle pensioni contributive, l’integrazione dei lavoratori non coperti nei sistemi contributivi rimane una strada importante per aumentare il tenore di vita degli anziani, sostenere finanziariamente le pensioni sociali e raggiungere obiettivi politici più ampi. Spesso, i divari di copertura o le pensioni contributive insufficienti derivano dall’accesso limitato o irregolare degli individui al mercato del lavoro formale durante la loro vita lavorativa, nonché da sfide quali un reddito basso o instabile e frequenti cambiamenti di lavoro. Ad esempio, i lavoratori autonomi, i lavoratori occupati in modo informale, i lavoratori delle piccole e microimprese, i lavoratori occasionali o stagionali, i lavoratori domestici, i lavoratori dell’agricoltura e della pesca e i migranti possono spesso essere esclusi, sia legalmente che di fatto.

I continui sforzi per aumentare l’accesso ai sistemi contributivi e al lavoro formale non solo migliorano gli standard di vita, favoriscono l’inclusione e promuovono il lavoro dignitoso. Sono inoltre determinanti per evitare spese pubbliche eccessive per le pensioni sociali, che ne metterebbero a rischio la sostenibilità. Ad esempio, gli sforzi volti a semplificare o sovvenzionare i contributi per i gruppi a basso reddito hanno consentito la loro incorporazione incrementale nei sistemi contributivi – si veda ad esempio (Amministrazione federale delle risorse pubbliche, 2017). Allo stesso modo, garantire una pensione minima all’interno dei sistemi contributivi, come avviene in molti paesi delle Americhe, può incoraggiare l’iscrizione. Fondamentale è quindi il coordinamento tra pensioni sociali e sistemi contributivi.

Infine, indipendentemente dalla natura delle riforme, la copertura legale non garantisce automaticamente un accesso effettivo da parte della popolazione target. Oltre alle barriere amministrative generali che possono colpire persone di tutte le età – ad esempio, problemi di alfabetizzazione, difficoltà linguistiche, mancanza di documenti di identificazione formale, lontananza e mancanza di accesso ai servizi finanziari – gli anziani possono dover affrontare ulteriori vincoli dovuti all’alfabetizzazione digitale e limitazioni funzionali legate all’età. Il raggiungimento della copertura universale richiede soluzioni adeguate ed economicamente vantaggiose per attuare pienamente le riforme politiche e raggiungere i gruppi difficili da coprire.

A questo proposito, il Linee guida ISSA sulle soluzioni amministrative per l'estensione della copertura (ISSA, 2022) mira a supportare le istituzioni nel rafforzare la loro capacità di coprire efficacemente i gruppi difficili da coprire. Poiché queste Linee Guida identificano soluzioni amministrative per migliorare l’accesso alla sicurezza sociale, indipendentemente dalla fonte di finanziamento, possono essere utilizzate anche per migliorare l’effettiva copertura delle pensioni sociali.

Riferimenti

CONAPO. 2022. La situación demográfica en México. Mexico City, Consejo Nacional de Población.

DPI. 2023. Old age pension increases to $33,000. Georgetown, Department of Public Information.

ECLAC. 2022. Ageing in Latin America and the Caribbean: Inclusion and rights of older persons. Santiago, Economic Commission for Latin America and the Caribbean.

Federal Administration of Public Resources. 2017. Single portal for monotax contributors (monotributistas) (Good practices in social security). Geneva, International Social Security Association.

ILO. 2018. The ILO Multi-Pillar pension model: Building equitable and sustainable pension systems. Geneva, International Labour Office.

ILO. 2022. Panorama de la protección social en América Latina y el Caribe: Tendencias de la seguridad social con foco en los sistemas de pensiones y la seguridad económica de las personas mayores. Lima, International Labour Office.

INEC. 2023. Encuesta nacional de empleo, desempleo y subempleo 2023: Indicadores de pobreza y desigualdad. Quito, Instituto Nacional de Estadística y Censos.

ISSA. 2021. Recent developments in social pensions in Latin America. Geneva, International Social Security Association.

ISSA. 2022. Guidelines for administrative solutions for coverage extension. Geneva, International Social Security Association.

ISSA. Forthcoming. Social security programs throughout the world: Americas, 2023. Geneva, International Social Security Association.

JIS. 2021. PM Launches $800 million Social Pension programme. Kingston, Jamaica Information Service.

JIS. 2023. 12,362 seniors registered under new Social Pension programme. Kingston, Jamaica Information Service.

MIES. 2023. Informe mensual de gestión de bonos y pensiones. Quito, Ministerio de Inclusión Económica y Social.

MINTRAB. 2022. Press Conference by Minister of Labour and Social Security, Rafael Rodríguez. Guatemala City, Ministerio de Trabajo y Previsión Social.

Office of the President. 2023. Vierde verhoging financiële steun sociaal zwakkeren [Fourth increase in financial support for the socially disadvantaged]. Paramaribo, Office of the President of Suriname.

Perspectivas. 2022. Tasas de reemplazo de actuales pensionados. Santiago, Observatorio de Pensiones y Mercado Laboral.

Secretaría de Bienestar. 2022. Meta cumplida: 10 millones de adultos mayores ya ejercen su derecho a una pensión en México. Mexico City.

Social Security Administration. 2022. “Chile introduces near-universal old-age pension” in International Update, February 2022.

SSA. 2023. Understanding Supplemental Security Income SSI Benefits, 2023 Edition. Washington D.C., Social Security Administration.

Statistics Canada. 2022. In the midst of high job vacancies and historically low unemployment, Canada faces record retirements from an aging labour force: number of seniors aged 65 and older grows six times faster than children 0-14. Ottawa.

U.S. Census Bureau. 2023. U.S. older population grew from 2010 to 2020 at fastest rate since 1880 to 1890. Washington D.C., United States Census Bureau.

Legislazione